Disposizioni per i Viaggiatori

Disposizioni per i viaggiatori

1. I viaggiatori devono munirsi del prescritto biglietto prima di servirsi dell’impianto. L’ordine di precedenza per la salita é dato esclusivamente dall’ordine di presentazione alla partenza;

2. E’ vietato ai viaggiatori parlare agli agenti addetti all’impianto, tranne che per necessità di servizio;

3. I viaggiatori sono tenuti a rispettare le istruzioni indicate dagli appositi cartelli monitori affissi sia nelle stazioni, che in linea. Devono altresì rispettare le norme emanate dalle autorità competenti ed osservare tutte le altre particolari disposizioni che, al fine di evitare incidenti, vengono impartite dagli agenti dell’impianto;

4. I bambini di statura inferiore a 125 cm e di età inferiore a 8 anni devono essere accompagnati da un adulto;

5. I viaggiatori devono:

  • imbarcarsi seguendo le disposizioni fornite dagli agenti preposti;
  • abbassare il poggiasci quando prescritto dagli appositi cartelli;
  • evitare di dondolarsi e sporgersi lungo il tragitto;
  • tenere zaini o borse tra le braccia;
  • evitare di gettare oggetti dalla seggiola;
  • alzare il poggiasci quando prescritto dagli appositi cartelli;
  • allontanarsi rapidamente dopo lo sbarco;non accedere, fuori degli itinerari prestabiliti, nelle aree di partenza e di arrivo, nonché nelle zone
  • ove le funi hanno un franco ridotto dal suolo.

6. Il viaggiatore che non sia pratico del sistema di trasporto dell’impianto dovrà avvertire il personale e richiedere le istruzioni del caso;

7. Gli eventuali reclami dei viaggiatori riguardanti il servizio dell’impianto devono essere inviati all’Ufficio Speciale per i Trasporti ad Impianti Fissi del Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria ed alla Comunità Montana Valli Orco e Soana con il nominativo e l’indirizzo preciso del reclamante, oppure devono essere esposti in forma scritta sull’apposito registro presente sull’impianto: a tale proposito chiedere al personale in servizio;

8. I trasgressori delle disposizioni regolarmente portate a conoscenza del pubblico a mezzo di appositi comunicati affissi dall’esercente sia nelle stazioni che in linea e la cui inosservanza può recare serio pregiudizio all’incolumità dei rimanenti viaggiatori o rechi danno agli impianti, saranno perseguiti ai sensi del Capo II ed in particolare dall’art. 18 del D.P.R. 11.07.1980, n° 753. Per l’accertamento delle contravvenzioni sono competenti gli ufficiali, gli agenti ed i funzionari di cui all’art. 71 del D.P.R. 11.07.1980 n. 753, ed alla L.R. 74/89;

9. Gli utenti delle piste da sci connesse all’impianto devono attenersi alle norme di comportamento previste dall’art. 8 della legge 24 dicembre 2003 n° 363 e dall’art. 32 della legge regionale 26 gennaio 2009 n° 2 e devono essere provvisti di apposita pol izza R.C., come previsto dalle disposizioni regionali.

OBBLIGHI SUL TRASPORTO DELLE BICICLETTE
10. I viaggiatori che intendano trasportare sulla seggiovia la propria bicicletta, prima che la stessa venga caricata, devono obbligatoriamente eliminare gli elementi e accessori sfilabili o sganciabili dalla bicicletta.

11. Il carico massimo della bicicletta da trasportare è di 25 kg.

12. E’ facoltà dell’agente di pedana respingere i mezzi non conformi perchè troppo pesanti, non compatibili con il dispositivo dedicato o perchè muniti di accessori sfilabili o sganciabili.

13. Il carico e lo scarico del mezzo deve avvenire esclusivamente da parte del personale dell’impianto.

14. La seggiola su cui viene caricata la bicicletta non può essere occupata anche da passeggeri.